Ci siamo, ARCHICAD 21 è arrivato!

Come ogni anno GRAPHISOFT riesce sempre a stupirmi. E come ogni anno, dopo un primo contatto attraverso la visione dei video descrittivi delle principali novità pubblicati sul Canale YouTube ARCHICAD, non vedo l’ora di poter toccare con mano tutte le nuove funzionalità e come sempre…non rimango deluso!

ARCHICAD 21 apre a un nuovo modo di approcciarsi alla modellazione BIM tramite due nuovi strumenti dalle enormi potenzialità e attraverso funzionalità che aiuteranno i progettisti a sviluppare meglio le loro competenze all’interno del processo BIM.

Nuovi Strumenti: Scala e Parapetto

Quando a fine anno scorso ho avuto la fortuna di vedere in anteprima il rinnovato strumento Scala e il nuovissimo strumento Parapetto mi sono dovuto mordere la lingua per non urlare ai quattro venti queste, attesissime, novità. Sono anni che tutti stiamo aspettando un nuovo sistema per disegnare le Scale e questa lunga attesa è stata premiata con uno degli Strumenti più belli e intuitivi che ARCHICAD mette a disposizione degli utenti. Gestire la costruzione della Scala attraverso la flessibilità di un input poligonale, un pò come si fa quando si disegna un muro, è fantastico! Come anche procedere alla modifica della forma geometrica attraverso una edizione grafica scegliendo i comandi attraverso le pet-palette dedicate. Un utente di vecchia data troverà fantastico poter modificare e personalizzare ogni singolo elemento costruttivo della Scala per ottenere forme e dettagli unici. Il tutto ricorda vagamente il plug-in ArchiStair, che sicuramente qualche utente ha avuto modo di provare, anche se la velocità e la produttività del nuovo strumento Scala è indubbiamente unica.

archicad 21 scale

Per quanto riguarda lo strumento Parapetto, si tratta di uno strumento che mancava e non solo per disegnare ringhiere o parapetti. Le potenzialità di modellazione che introduce vanno oltre la sola generazione di una ringhiera. E’ uno strumento che introduce un sistema di modellazione avanzato e permette di essere associato a Scale o a altri elementi costruttivi e che, inoltre, ha la possibilità di essere  totalmente personalizzato.

archicad 21 scala
ARCHICAD 21 esempio di scala

La Visualizzazione del modello BIM con CineRender

Anche CineRender è stato aggiornato. In ARCHICAD 21 il noto motore di rendering si basa sul motore di Cinema 4D R18 di MAXON e questo ha introdotto alcune interessanti novità che si traducono in una maggior velocità di calcolo (caratteristica che sarà gradita a molti utenti che hanno lamentato una eccessiva lentezza nelle versioni precedenti) con una qualità di calcolo più “realistica”.

Anche le Superfici hanno beneficiato dell’aggiornamento:

  • canale Riflettanza migliorato e implementato;
  • il nuovo effetto shader Parallasse nel Canale Rilievo che permette effetti 3D spettacolari e con tempi di calcolo ridotti.

E’ inoltre possibile rendere le Superfici del modello BIM di ARCHICAD uniformi per realizzare immagini fotorendering usando un singolo colore.

ARCHICAD 21 effetto shader Parallasse

La verifica delle collisioni

ARCHICAD 21 porta ancora di più il progettista al ruolo che più gli compete, cioè al centro della coordinazione del progetto BIM. In ARCHICAD la Palette Revisione è presente da alcune versioni, ma con questa release diventa ancor di più importante perché ora è in grado di riscontrare e evidenziare le collisioni tra vari elementi del progetto, senza l’ausilio di plug-in, come avveniva fino alla versione precedente. Questa è una tecnologia che è parte integrante di applicazioni specializzate all’analisi dell’integrità del modello BIM. Da ora in poi l’utente ARCHICAD potrà analizzare il proprio progetto BIM in autonomia.

ARCHICAD 21 Verifica delle collisioni

Collegamenti IFC come Moduli

I Moduli in ARCHICAD sono una funzione molto amata dagli utenti, almeno da quegli utenti che ne hanno capito l’utilità e la produttività. In ARCHICAD 21 i Moduli sono stati implementati perché ora è possibile usare un file IFC come modulo collegato. Chi conosce i Moduli sta già pensando alle enormi potenzialità che questa funzione può offrire per migliorare la cooperazione con le altre discipline. Specialmente in tutte quelle fasi di continui aggiornamenti. Inoltre la verifica delle collisioni, di cui abbiamo trattato prima, funziona anche con i Moduli IFC collegati.

Il sistema di Classificazione degli Elementi

Negli anni di utilizzo del software ho sempre pensato che se vuoi sfruttare ARCHICAD devi pensare fuori dagli schemi. Un modello ARCHICAD lo puoi immaginare come un corposo database centrale che permette di memorizzare tutti i dati del progetto per rendere le informazioni accessibili a qualsiasi partecipante nella filiera BIM.

Mentre nelle versioni precedenti ARCHICAD forniva un insieme fisso di classi di elementi, ARCHICAD 21 introduce nuove modalità di Classificazione degli Elementi che permette di supportare qualsiasi sistema di classificazione nazionale o aziendale, aumentando e garantendo una maggiore interoperabilità tra le varie discipline…questo è OpenBIM!

Il rinnovato comando Moltiplica

Lo strumento Moltiplica è sempre stato uno strumento molto amato perché genera in pochi passaggi copie di elementi senza troppo sforzo. In ARCHICAD 21 il comando è stato  rinnovato e ora permette anche di realizzare la moltiplicazione di elementi lungo percorsi non solo rettilinei e con rotazioni “random” dell’elemento moltiplicato. Una vera manna che permette un notevole aumento della produttività e risparmio di tempo.

ARCHICAD 21 comando moltiplica
ARCHICAD 21 il rinnovato comando moltiplica

Le nuove opzioni della funzione Trasferisci Parametri: il trasferimento selettivo

Il Preleva Parametri e il suo “fratello” Trasferisci Parametri sono tra i comandi più amati dagli utenti. Sono comandi che permettono di risparmiare tempo nell’impostazione degli elementi, specialmente negli oggetti, e, tra i due, il Trasferisci Parametri era al centro dei pensieri degli utilizzatori perchè non sempre serve trasferire tutti i parametri. In ARCHICAD 21 gli sviluppatori di GRAPHISOFT hanno raccolto le tante richieste degli utenti e hanno fornito al Trasferisci Parametri la possibilità di scegliere quali parametri trasferire e di poterli raccogliere e memorizzare in gruppi. Opzione che sarà sicuramente molto gradita e utilizzata.

In sintesi ARCHICAD 21 offre novità che aiutano l’utente a aumentare la propria produttività, io ne ho elencate solo alcune, assicuro che ve ne sono altre, magari con meno effetto wow, ma di molta concretezza. Mi rendo conto che alcune delle novità descritte saranno apprezzate di più da utenti smaliziati nell’uso del software. Mentre è possibile che l’utente meno avvezzo all’uso di ARCHICAD gradirà di più la possibilità di realizzare, finalmente, una scala con pochi clic. Spero però che dopo aver letto queste righe sarà stimolato a approfondire di più e meglio le funzionalità che ARCHICAD mette a disposizione e allora si che avrà un effetto wow.

Previous post

ARCHICAD e i Livelli Piano

Next post

ARCHICAD alberi 2D nelle Sezioni e Alzati

The Author

Luca Manelli

Luca Manelli

Ciao, sono Luca Manelli, l'autore di questo Blog. Ho scritto manuali d'uso e realizzo Videocorsi di auto-apprendimento.
Sono esperto di modellazione 3D architettonica BIM con ARCHICAD, di rendering e animazione virtuale con Artlantis.

No Comment

Leave a reply