About me

Ciao, sono Luca Manelli…e sono l’autore e curatore dei contenuti di questo sito. Sono un esperto di ARCHICAD, lo utilizzo da oltre venti anni e da altrettanto tempo lo insegno. Ad oggi ho formato qualche centinaia di professionisti e ho aiutato altrettante strutture nell’organizzare il loro lavoro con ARCHICAD. Oggi la mia attività è quella di Training Manager per GRAPHISOFT Italia e curatore dei contenuti video della piattaforma di auto apprendimento ARCHICAD Academy

ARCHICAD Academy è una piattaforma di auto apprendimento dedicata agli utenti ARCHICAD e aiuta a imparare rapidamente e con efficacia. Attraverso il suo metodo “pratico” chiunque può imparare e essere produttivo in tempi brevi e in modo più efficace.

Oggi vorrei che tu avessi la possibilità di conoscere qualche cosa di me, qualche “dietro le quinte” della mia storia professionale ma soprattutto spiegarti come posso esserti utile.

Nel lontano 1995

Ho iniziato a usare ARCHICAD nel 1995, quando ancora si chiamava Radar Ch. Ho imparato in uno studio di architettura di Milano, dove con un Mac LC630 e la versione 4.5, inizio a dare vita ai primi modelli 3D.

Negli anni successivi il software piano piano si è evoluto e grazie al suo utilizzo sempre più approfondito inizio a collaborare con alcuni studi di architettura nella realizzazione dei primi modelli tridimensionali digitali e nella elaborazione di immagini rendering. Con ARCHICAD ho disegnato veramente di tutto, dal piccolo come bagni, appartamenti, palazzine, hotel, fino a grossi complessi come centri commerciali, cinema multisala, ospedali e altro ancora…

In parallelo ho proseguito la mia attività di formatore e ho iniziato a collaborare con Cigraph (la società che ai tempi si è occupata della distribuzione di ARCHICAD in Italia).

Nei primi anni duemila ho avuto la mia parentesi commerciale nel diventare rivenditore autorizzato di ARCHICAD per Milano e provincia. Avventura durata una decina di anni e che si è conclusa perché ho preferito concentrarmi di più su formazione e consulenza.

Nello stesso periodo ho anche avuto una parentesi come co-autore (con Mirco Sorgato) di alcuni manuali ARCHICAD per MONDADORI.

I video corsi

La prima idea sullo sviluppo di video corsi mi è venuta nel 2008 e come prima cosa ho iniziato una ricerca forsennata di informazioni su come poter procedere…l’anno successivo, dopo alcuni mesi passati a pianificare e registrare video, il lavoro ottenuto non era di mio gradimento… ho buttato tutto! Sono ripartito da zero e l’anno successivo ha visto la luce il mio primo videocorso dal titolo ARCHICAD: Render e presentazione del progetto. Il videocorso, basato sulla versione ARCHICAD 13 è stato un successo a metà…mi sono almeno ripagato le spese (tante). Questo progetto però mi è servito per fare esperienza…

Dopo essere rimasto fermo per un paio di anni ho iniziato lo sviluppo di altri video corsi, anche in questo caso però, non hanno avuto quel successo che speravo.

lucamanelli.com

Nel 2009 ho aperto il mio primo blog…un blog in cui scrivevo tutorial dedicati a ARCHICAD e anche a Artlantis (software per la realizzazione di immagini fotorender). Ho tenuto attivo il blog per alcuni anni e piano piano ha iniziato a essere preso come punto di riferimento per gli utenti ARCHICAD italiani.

Nella primavera del 2014 il blog ha cambiato aspetto e forma ed è nato il sito lucamanelli.com dove nell’autunno dello stesso anno ho pubblicato i miei nuovi video corsi, acquistabili tramite uno store on-line e fruibili digitalmente prima in download e successivamente in streaming on-line.

Da allora la mia produzione è stata costante e conta a oggi oltre 70 ore di video corsi e più di 20 ore di video tutorial…e i numeri continuano a crescere…

ARCHICAD Academy

Anche grazie a questo, a fine 2018, sono diventato Training Manager per GRAPHISOFT Italia e la piattaforma video si è evoluta in ARCHICAD Academy.

La piattaforma ARCHICAD Academy è on-line da Marzo 2019 e nei prossimi mesi subirà alcune evoluzioni di contenuti che, spero, possano essere di gradimento per tutti.Se oggi vuoi seguirmi puoi farlo attraverso i miei social, principalmente Facebook e YouTube.

Se vuoi approfondire la tua conoscenza di ARCHICAD trovi i miei corsi su ARCHICAD Academy.

3 Comments

  1. […] maggiori dettagli rimando all’ articolo di Luca Manelli di cui cito uno degli ottimi consigli che ha scritto, applicabili in ogni situazione di questo […]

  2. 3 Novembre 2016 at 18:19 —

    buonasera Luca,
    sono Luigi Caputo un nuovo iscritto al blog. Ho avuto anni fa un approccio con ArchiCad che poi ho abbandonato per passare ad altri cad che consentivano la gestione di dati da Laser Scanner (nuvole di punti) che ArchiCad non permetteva.
    Saputo che ArchiCad 19, che se non sbaglio è la prima versione che consente di importare tali dati, importa nuvole di punti ho voluto verificarne le potenzialità. Essendo un geometra della provincia di Lecce (www.luigicaputo.com) mi capita con molta frequenza di scansionare le più svariate tipologie di coperture a volta ma ho trovato notevoli difficoltà a modellarle con Archicad. Ho visto e seguito il tutorial “come realizzare una volta a crociera” ma tutte le altre? e poi io vorrei modellare la volta che scansiono ovvero con la corretta geometria delle generatrici ma, per esempio, non sono riuscito ad imporre al sw di estrudere un cerchio passante per tre punti. In pratica vorrei capire se prendere in considerazione l’uso di ArchiCad per la restituzione di rilievi Laser Scanner. Spero di essere riuscito ad esporre le mie problematiche. A presto sentirla.
    Cordialmente.
    Luigi

    • 7 Novembre 2016 at 18:26 —

      Buonasera Luigi, in ARCHICAD era possibile importare le nuvole di punti già da qualche versione attraverso l’utilizzo di un plug-in. Dalla versione 19 questa funzione è integrata. Premetto che (per ora) non riesco a vedere un uso produttivo delle nuvole di punti. Forse sarà per mia mancanza, ma dalle esperienze che ho avuto e da come ARCHICAD gestisce la nuvola di punti, vedo molto complesso poter usare la nuvola come “base” o “traccia” per effettuare la stesura di un rilievo. Non saprei cosa consigliare se non quello di provare, attraverso una demo del software, l’importazione della nuvola.
      Luca

Leave a reply